Vacanze da avventurieri: il campeggio libero

0

La vacanza in campeggio sta spopolando sempre di più tra le scelte degli italiani in merito alle vacanze estive.
Il campeggio non è per forza sinonimo di un luogo attrezzato, in cui poter beneficiare di tutte le comodità del caso.

Andare in campeggio significa invece sperimentare la vita all’aria aperta, immersi nella natura e rinunciando agli agi che ci accompagnano durante tutto il resto dell’anno.

Per chi desidera questo tipo di vacanza, esiste la possibilità di rendere il campeggio ancora più estremo, scegliendo di sostare in zone autorizzate, ma che non presentano alcun tipo di struttura o di attrezzatura rivolta ad accogliere i clienti.

La maggior parte delle volte si sceglie questo genere di vacanza per assaporare un’esperienza all’insegna dell’avventura e dell’imprevisto.

Naturalmente, specialmente per vacanze di questo tipo, i pericoli non sono inesistenti ed è bene conoscerli per poterli prevenire.

Di seguito descriviamo i vantaggi e gli svantaggi di una vacanza in un camping non attrezzato per il pubblico.

Camping libero: i pro

In un’esperienza come quella del campeggio libero, la sola cosa che divide voi dalla natura selvaggia è la vostra tenda; abbiate quindi l’accortezza di acquistare un modello di qualità, robusto e semplice da maneggiare.

Tra i vantaggi principali di questa soluzione troviamo la possibilità di decidere il proprio itinerario in base a ciò che si desidera fare in un determinato momento, senza pianificare le tappe e le soste, nessun tipo di vincolo in termini di orari per il check in e check out, né alcun impedimento negli spostamenti.

Inoltre, il campeggio libero offre il vantaggio di non dover condividere gli spazi con degli estranei, scegliendo a proprio piacimento il luogo in cui accamparsi. I vantaggi della vacanza in campeggio libero non finiscono qui: in termini economici, si spenderà soltanto per i viveri e gli spostamenti.

I contro

Per quanto riguarda gli svantaggi di una vacanza in camping libero, possiamo dire che si tratta di un’esperienza adatta solo a coloro che possiedono uno spiccato spirito di avventura e di adattamento.

Questo genere di vacanza è soggetta a maggiori rischi e difficoltà, che richiedono carattere e lucidità, senza lasciarsi scoraggiare dagli inconvenienti.

Un problema potrebbe essere rappresentato dall’assenza dei servizi igienici e delle docce; sarà opportuno, a meno che non si viaggi in camper, dotarsi di un secchio per i vari lavaggi e di un altro per lo smaltimento dei rifiuti.

Un altro svantaggio potrebbe essere la mancanza di elettricità, invalidante per lo svolgimento delle normali attività. Il consiglio, anche se un po’ dispendioso, è quello di acquistare un generatore di corrente portatile, specialmente se siete dediti a lunghi viaggi in tenda.

I generatori di corrente possono fornirvi l’alimentazione per ricaricare telefoni, provvedere all’illuminazione, ecc…

Se desiderate conoscere le specifiche tecniche dei generatori moderni, consultate il sito di una ditta specializzata nella vendita di generatori di corrente professionali e di qualità.

Altri svantaggi possono essere l’assenza di persone che possano venire in vostro aiuto qualora fosse necessario, l’eventualità di venire derubati e, nei casi peggiori, anche aggrediti.

La vacanza in campeggio libero deve dunque adattarsi al vostro modo di vivere una vacanza, tenendo conto dei pericoli possibili, delle abilità personali e della capacità di vivere un’esperienza in totale indipendenza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.